“Oltre Itaca, radendo il cielo” – Espressione poetica del gruppo EpicaEtica – COMUNICATO STAMPA

Pubblicato: 12 marzo 2014 in News, Rassegna stampa
Tag:, , , , , , , , , , , , , , ,

COMUNICATO STAMPA

Stampa

“Oltre Itaca, radendo il cielo”

 Espressione poetica del gruppo EpicaEtica

Una copertina semplice ma elegante, con una foto di Antonella Colucci (in arte Antonella Kool) dove si rappresenta l’amplesso tra cielo e mare su una linea obliqua dell’orizzonte che dà l’idea dell’«Oltre», racchiude l’opera “Oltre Itaca, radendo il cielo”, espressione poetica del gruppo EpicaEtica. In un deserto acidificante, in una crisi non solo economica ma anche morale, 25 autori di varia levatura e fama che ivi riportiamo Federica Bonzi, Italo Zingoni, Francesca Giustini, Matteo Crosera, Rossella D’Alba, Rosa d’Onofrio, Antonella Ronzulli, Mario Di Nicola, Annamaria Pecoraro, Rosaria Chiariello, Adriana Bertani, Rosanna Spezzati, Lucia D’alessandro, Laura Klemm, Anna Manzi, Lucrezia Abbrescia, Cristiano Maiorino, Redent Enzo Lomanno, Fernanda Besagno, Antonia Izzi, Loretta Citarei, Anna Bonarrigo, Moreno Botti, Kostas Mich Stamatis, han cantato le ansie, le speranze, le illusioni, le delusioni e i sogni che costellano l’incedere umano, fornendoci un affresco attuale e poliedrico sulle vie e le esigenze dell’uomo con un linguaggio espressivo non reificante che è solo dell’Arte e della Poesia. Le varie sfaccettature dello Spirito s’aprono ad un confronto serio e dialettico nel panorama dell’oggi come momento sì di Crisis ma nel contempo di Kairos: è questo alito pulsante in ciascuna opera che ci fornisce una chiave di lettura delle “exis” della contemporaneità: essere se stessi, a sé presenti, tesi verso la ricerca mai di facili compromessi, di aleatorie  soluzioni bensì di fattive alternative, non da ultimo, la libertà dell’animo come conditio sine qua non per agire nel mondo, dopo aver scandagliato gli abissi umani. Un sentiero luminoso emerge come filo conduttore che lega tale diverse voci per formazione ed esperienza ma profondamente umane. Itaca è il topos mentale per antonomasia del ritorno non tanto di Odisseo alla sua petrosa isola ma del ritrovar-si,  di trovare sé e le proprie radici culturali, esigenza più che agita in un mondo, l’odierno, dove il valore è in crisi e non tanto i valori, così avvertiamo l’abissale smarrimento in codesto atlante delle ragioni e regioni antropiche. Gli autori dipingono quanto detto in espressioni coinvolgenti, struggenti e si spingono verso mete di azzurrità mai appagata, oltre: urgenza dello pneuma che vivifica e dilata l’esprit, esigenze ineludibili. Chi scrive ringrazia la casa editrice novese, Lithos Commerciale, che ha creduto in tale progetto, iniziando così la collana “ Eos”, la dea dell’Aurora, che, scendendo dal cielo, si strugge per amore e irrora di Rugiada il mondo, fecondandolo mentre fa nascere il nuovo giorno, un dì luminoso di idee.

 Enrico Marco Cipollini e Antonella Ronzulli

Titolo: Oltre Itaca, radendo il cielo – Espressione poetica del gruppo EpicaEtica

Autori: Enrico Marco Cipollini, Antonella Ronzulli

Editore: Litho Commerciale

Collana: Eos

Data di Pubblicazione: Marzo 2014

ISBN:   8890970502

ISBN 13:  9788890970504

Pagine: 220

Formato: brossura

Prezzo di copertina: € 20,00

Info e ordini: ludovica@lithocommerciale.com

Casa Editrice: www.lithocommerciale.com

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/pages/Oltre-Itaca-radendo-il-cielo/351670018307449?fref=ts

Annunci
commenti
  1. francescagiustini ha detto:

    Le parole attraversano tutto, e come un’eco profonda si fanno attraversare, si aprono e si chiudono come petali di fiori, in quel che c’è prima e quel che viene dopo ogni cosa creata, e partendo da un vuoto, da una voce sottile di silenzio, che esplora i territori della mente, danno sfumature di grazia agli umani sentimenti- Le parole, sono un territorio tanto interiore quanto esterno a noi, così fragili e forti al contempo, sono rivelazione, stupore, verità e astrazione, sono una promessa di colore e gradazioni d’intensità diverse, un viaggio dentro il male, il dolore, la sofferenza, ma anche nella gioia, nella lievità- Parole scritte, in un corpo a corpo col pensiero, ai margini bianchi della pagina, dove abitano, nel confronto di realtà che altrimenti resterebbero nascoste, tra uno e l’altro spazio, fra il loro suono e i sensi- Le parole danno figura, idea e suggestione di quel che ci circonda, anche apparentemente indescrivibile, indicibile; sono libertà, fantasia, amore, sono una splendida prova d’orchestra di un concerto universale, e sinfonia del mondo di cui tutti hanno scritto, sul pentagramma della vita, una nota diversa- E,da un’assenza a una pausa del verbo, hanno esplorato i territori del silenzio, prima che l’uomo lo spezzasse parlando; nel vuoto del nulla hanno trovato vita e sostanza per esserne forgiate, nobili compagne di quel silenzio interiore, che precede e forma la parola poetica, la più sublime- Attraverso l’esercizio di lettura, l’ascolto della poesia, ci aiuta ad arrivare al significato dell’esistenza e a sentire l’altro da sé, lasciandosi bagnare dai pensieri, da quelli non nostri, ma nei quali possiamo riconoscerci, pensieri e parole che si allargano e sfumano nella più viva espressione di creatività, e nei quali troveremo, in sinergico scambio, equilibrio e armonia-

    Con questa mia riflessione, esprimo tutta l’idea di bellezza contenuta in questo libro, testimone e testimonianza di quanto le parole siano viva e profonda esperienza nella quale rispecchiarsi, in verità e silenzio, davanti a noi stessi-

    Liked by 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...