La poetessa Donata Porcu

Pubblicato: 11 marzo 2012 in Intervista a ...
Tag:, , , , ,

AR: “Ci sono solo quattro domande che contano nella vita. Cosa è sacro? Di cosa è fatto lo spirito? Per cosa vale la pena vivere? E per cosa vale la pena morire? La risposta a ognuna è la stessa: solo l’amore (Don Juan de Marco). Donata so che ami questa frase, ce ne parleresti così da conoscere la donna e non solo la poetessa?

DP: L’amore è l’unica realtà possibile, è ciò che dà senso, continuità e nerbo a tutta la nostra esistenza. L’intero Universo ruota intorno all’amore: è la lingua davvero universale capace di unire gli individui, l’unica che chiunque capisce.

Lavoro come animatrice in una RSA (residenza sanitaria assistenziale) che ospita tra l’altro malati di Alzheimer, di demenza e malati terminali: ho sperimentato che niente è più comunicativo del sorriso, del tocco deciso e affettuoso, del sincero interesse: tutti capiscono l’amore. Per questo motivo ora frequento la Facoltà di Scienze della Formazione Primaria e ho scelto come specializzazione la Scuola dell’Infanzia, perché dobbiamo insegnare assolutamente ai bambini questa verità, che peraltro già possiedono in nuce, perché i bambini sono amore incarnato.

AR: A nove anni ti eserciti con i primi versi, a tredici decidi che scrivere è il tuo interesse primario e ti laurei in Materie Letterarie. Tra poesia e prosa, cosa sceglieresti e perché?

 DP: Sono nata come autrice di versi, e anche se mi sono cimentata spesso nella prosa, trovo che la poesia sia più immediata, capace di trasmettere emozioni e sensazioni al di là degli stessi versi. La poesia è terapeutica, ferisce e sana, è puro impulso, è passione, è vita allo stato puro. Decisamente la poesia è il modo più naturale di esprimermi.

AR: Lo spunto poetico per te nasce dalla singola cosa, dal contatto quotidiano?

DP: La poesia in me erompe letteralmente dall’abbondanza di emozioni, gli spunti sono tanti e a volte imprevedibili, ma io so che ho bisogno di “covare” a lungo dentro di me sensazioni e bisogni, finchè tutto si fa spontaneamente verso… e allora scrivo, rigorosamente usando carta e penna.

AR: Puoi sintetizzare quindi in parole-chiave la tua poetica?

DP: Sono solita definire la mia come “poesia del bisogno”. Parecchi anni fa, nel leggere “un Uomo” di Oriana Fallaci, mi ritrovai in una frase pronunciata dal suo compagno di allora Panagulis: “L’arte nasce dal bisogno e muore nella ricchezza”. Ecco, io credo che l’arte nasca proprio dal vuoto che ci portiamo inevitabilmente dentro, da quella voragine sempre irrisolta di domande e significati; senza la “fatica del vivere” sono certa che non avrei mai potuto comporre un solo verso.

AR: Secondo te, oggi ha un futuro la poesia o corre il rischio di passare come un’arte minore?

 DP: Penso che la poesia non smetterà mai di affascinare e attrarre gli animi, né mai si ridurrà a essere considerata un’arte minore; certo, non sarà mai un fenomeno di massa, ma ritengo che un grande ruolo in questo lo giochi l’editoria. E’ importante sostenere e diffondere la poesia, incoraggiarne la lettura e la stessa produzione: i costi sono ancora troppo elevati.

AR: Hai pubblicato da più di un anno il libro d’esordio con Rupe Mutevole “Dell’amore resta solo l’amore”. Come è nata l’ispirazione e quanto la tua esperienza ha influito sull’argomento e sulla stesura?

DP: Avevo tanto materiale, ma desideravo che il mio libro d’esordio parlasse d’amore, proprio per il motivo di cui ho parlato all’inizio di questa conversazione. Sapevo di correre il rischio che molti storcessero il naso, i molti che considerano l’amore un argomento banale, ma sono andata avanti, proprio per esprimere la mia certezza riguardo al fatto che l’amore è il perno del mondo. Ho preso in mano il materiale, l’ho selezionato, l’ho ritagliato sulla mia sensibilità attuale, ed è nata la raccolta.

AR: Ti ringrazio per la disponibilità a concedermi questa intervista, in bocca al lupo Donata!

 DP: Grazie a te, per questa piacevole conversazione!

ANTONELLA RONZULLI

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...